C.E.

STUDIO Acustica99
                      STUDIO DI INGEGNERIA

ATTIVITA' PROFESSIONALE   GALLERIA   NEWS   CONTATTI

 

IL RISANAMENTO ACUSTICO DEGLI IMPIANTI
E DEI MACCHINARI RUMOROSI

Spesso il disturbo da rumore è generato da impianti o macchinari situati in prossimità di abitazioni e non di rado sia i disturbati che i disturbanti concordano sulla necessità di eliminare il rumore in eccesso senza pregiudicare da un lato la fruibilità degli ambienti abitativi e dall’altro la funzionalità dei macchinari o degli impianti.

In numerosi casi, ma purtroppo non sempre, è possibile conciliare le esigenze di entrambe le parti attraverso opportuni interventi e idonei accorgimenti che consentono il cosi detto “risanamento acustico” degli ambienti disturbati attraverso il risanamento acustico delle sorgenti disturbanti.

 

Cambia la normale tollerabilità: l'art. 6ter della Legge 13/2009 recita che "nell'accertare la normale tollerabilità delle immissioni e delle emissioni acustiche, ai sensi dell'articolo 844 del codice civile, sono fatte salve in ogni caso le disposizioni di legge e di regolamento vigenti che disciplinano specifiche sorgenti e la priorità di un determinato uso."

Cosa significa? Nel contesto della LQ 447/95 vi sono disposizioni e regolamenti che disciplinano specifiche sorgenti: prima dell'approvazione della L. 13/09, nel caso in cui una di queste sorgenti arrecasse disturbo da rumore era possibile, per vie legali, risolvere la questione. Allo stato attuale le cose non stanno più così.
A restringere ancora di più le possibilità di intervento dell'844, ci sono anche le priorità di un determinato uso, ovvero, se in un dato luogo, per esempio, esisteva una sorgente disturbante prima dell'insediamento del disturbato, la normale tollerabilità non trova più applicazione.

HOME